Ricerca
comunità e distretti

La tua offerta permette il servizio divino a distanza

04.01.2021

Nei tempi del primo Lockdown, da metà marzo a metà giugno, come anche dopo, in alcune regioni non si è più potuto visitare i servizi divini. La Chiesa ha reagito subito e ha dato la possibilità di partecipare ai servizi divini per trasmissione IPTV (Internet), cosa che è possibile ancora tutt'ora.
 
/api/media/510439/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=6bedbc7d245aa13fe41f3badb763669d%3A1643326357%3A9384411&width=1500
 

Migliaia di fratelli e sorelle utilizzano questa possibilità. Dal 15 marzo fino al 7 giugno 2020, in Svizzera, Austria, Italia e Spagna sono state servite 178'830 stazioni con servizi divini tramite IPTV. Una stazione corrisponde a un ricevitore TV, un computer, un tablet o un cellulare, apparecchi che permettono di vivere il servizio divino anche a più persone. Tutto questo è stato possibile grazie alla tecnica attuale, con la quale IPTV ha potuto essere messo a disposizione in poco tempo per alcuni paesi dell'area d'attività d'apostolo di distretto.

I servizi divini per IPTV sono graditi e danno la possibilità di collegamento a gruppi a rischio, ammalati, ospiti, ecc. Pertanto questa offerta viene per ora mantenuta. I notevoli costi supplementari dell'offerta di IPTV sono finanziati interamente dalla Chiesa.