Ricerca
comunità e distretti

Il senso del Natale

25.12.2019

La comunità di Carrara festeggia il Natale con un pranzo conviviale nei locali della chiesa.
 
/api/media/503369/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=41c1e8e0401c4e2ccba43bb321773dff%3A1646407068%3A9443501&width=1500
/api/media/503370/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=7f6c55a79a6794cf3e8bcda539a4192c%3A1646407068%3A9079011&width=1500
/api/media/503371/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=0d34d633c173a846c05de3d9cea3a508%3A1646407068%3A1609140&width=1500
/api/media/503372/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=99881d6cb3ce8453b5d9ae36ba465378%3A1646407068%3A6241213&width=1500
/api/media/503373/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=16dbb2437ae73b8e78e65466cc701ef7%3A1646407068%3A5370543&width=1500
 

L’impegno e l’amore della comunità hanno permesso di dar vita ad un incontro particolare il giorno di Natale.

L’impegno ripagato con la gioia
Ai giorni nostri, molti sono oramai abituati a festeggiare il giorno di Natale senza capirne il profondo significato. Può sembra una frase fatta, un’affermazione banale. Ma la realtà è che per taluni, è solo un’occasione per ritrovarsi a tavola. Mentre per altri è il giorno per ricevere tanti regali. Anche i mezzi di comunicazione, che abbiamo a disposizione oggigiorno, danno la percezione di rompere le distanze e di avvicinare le persone, quando, in realtà, esse si isolano sempre di più. Ed è per questo che un evento come quello che si è svolto a Carrara il 25 dicembre ha, in qualche modo, dello straordinario.

Dopo il servizio divino, tenuto dall’evangelista Bedini, conducente della comunità di Carrara, buona parte dei fratelli e delle sorelle si è fermata per il pranzo natalizio.

Un incontro reso possibile dall’impegno e dall’organizzazione che nella comunità hanno sempre saputo dimostrare in modo esemplare.

I tavoli, apparecchiati a festa, hanno potuto ospitare ben 33 presenti, di cui 2 ospiti graditi. E con un modesto contributo economico da parte di ognuno, grazie all’impegno di ciascuno, è stato organizzato un pranzo con un menù più che dignitoso.

Ma il vero senso di questo evento è stato quello di aver potuto festeggiare il Natale in comunione ed in armonia, per il desiderio di stare insieme e di condividere un momento di pace. Come Gesù ha insegnato.