Ricerca
comunità e distretti

Ed è qui che tutto inizia

“Perché guardate in cielo e contate le mosche?” Era la domanda che risuonava come un rimprovero. Poi c’è stata l’esortazione: “Non rimanete in piedi senza fare niente. Mettetevi al lavoro.” Perché l’Ascensione è attuale più che mai.

 
/api/media/511054/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=617d4839e537be2a1aa04b0f0652262b%3A1652224188%3A7983158&width=1500
 

Certo, la scelta delle parole nella Bibbia è un po’ diversa: “Uomini di Galilea, perché state a guardare verso il cielo?” È ciò che sentirono gli apostoli dai due uomini chiamati angeli. “Questo Gesù, che vi è stato elevato in cielo, ritornerà nella medesima maniera in cui lo avete visto andare in cielo.” (Atti 1, 10-11)

Il messaggio tuttavia è lo stesso: non rimanete nello stupore o nella pena ma preparatevi attivamente in vista del suo ritorno.

Attivi per riempire un libro intero

È esattamente ciò che hanno fatto gli apostoli e con tanto zelo che ci è voluto un libro intero nella Bibbia dedicato a raccontare tutto. Ecco qualche esempio:

  • I discepoli furono riempiti dallo Spirito Santo. Hanno testimoniato in particolare in una predica accesa durante la Pentecoste o con una professione di fede incrollabile davanti al sinedrio: “Non possiamo non parlare delle cose che abbiamo viste e udite.”
  • I primi cristiani hanno costruito la Chiesa: hanno completato la cerchia degli apostoli e hanno chiamato i servi dei poveri a cui hanno dato il nome più tardi di diaconi. E vivevano il Vangelo, curavano la comunione, festeggiavano il rompere il pane e pregavano.
  • Gli apostoli hanno guarito gli ammalati, come il mendicante zoppo alla porta del tempio, espressamente con il motto: “Ma Pietro disse: Dell’argento e dell’oro io non ne ho; ma quello che ho, te lo do: nel nome di Gesù cristo, il Nazareno, alzati e cammina!”

Un programma di azione per oggi

Questi esempi sono anche un modello per gli uomini di oggi. Di conseguenza, il messaggio è il seguente: non scervellarti su un avvenimento biblico che non puoi capire o non chiederti con angoscia quando Gesù Cristo tornerà. Buttati, invece e fai qualcosa per fare andare avanti le cose.

Gli Atti degli apostoli hanno stabilito ciò che si deve fare:

  • Lasciarsi riempire dallo Spirito Santo: Dio ha sparso nei nostri cuori il suo amore. Basta lasciarsi guidare anche nel nostro proprio operare. Daremo allora la miglior testimonianza che Gesù possa desiderare. Perché le opere sono più eloquenti delle parole.
  • Costruire la Chiesa: Per questo, si deve essere attivi nel servire il prossimo oppure rimuovere le barriere che separano gli uni dagli altri o andare verso gli emarginati. E se si riesce appena a muovere le gambe, si possono sempre unire le mani.
  • Guarire gli ammalati: Per questo non è necessario compiere miracoli, basta voltarsi verso le anime sofferenti per dar loro ciò che si ha: il conforto e il coraggio scaturiti dalla fede in Gesù.

L’Ascensione era la fine della storia di Cristo sulla terra e l’inizio della cristianità sulla terra. Precedentemente Gesù aveva ordinato una pausa ai discepoli, fino all’effusione dello Spirito Santo. E poi, tutto è veramente iniziato.

Rimangono ancora dieci giorni a Pentecoste. È abbastanza per decidere di occuparsi di uno dei punti del programma d’azione dei primi cristiani e poi, tutto potrà veramente iniziare.

 

Fotografie: MP2 - stock.adobe.com
Autore: Andreas Rother
Data: 21.05.2020
Categorie: Fede