Ricerca
comunità e distretti

I sacramenti (10): Il Battesimo, un rito in evoluzione

È il sacramento fondamentale: il Battesimo fa diventare l’uomo un cristiano. Ma come si deve celebrarlo? Gesù non ha detto quasi niente a questo proposito. Non è nemmeno chiaramente stabilito che lui stesso abbia battezzato. Ecco una ricerca di tracce nella forma dovuta.

 
/api/media/511095/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=7aa730107365db8f806fedd74eed662e%3A1652219804%3A5329085&width=1500
 

È così semplice per la Santa Cena: tre Vangeli e un apostolo raccontano molto dettagliatamente ciò che ha fatto e ha detto Gesù al momento dell’istituzione del sacramento. Per ciò che riguarda il Battesimo invece, non esistono descrizioni di nessun genere.

Sembra anche probabile che Cristo abbia anche lui battezzato una volta. Il Vangelo secondo Giacomo racconta certamente questi atti, ma sottolinea subito: non è Gesù stesso che ha battezzato, ma i suoi discepoli. Forse non voleva nemmeno istituire questo sacramento?

Un ordine senza direttive per eseguirlo

No, il Battesimo è indispensabile per la salvezza. Gesù stesso lo ha chiaramente evidenziato: chiunque vuole entrare nel Regno di Dio deve essere rigenerato di acqua e di Spirito. Ed è per questo motivo che ha dato ai suoi apostoli la missione chiara di battezzare tutte le nazioni. Non ha però detto una sola parola a proposito del modo appropriato.

Tuttavia: Cristo si è fatto battezzare, da Giovanni il Battista. Tutti i Vangeli sono d’accordo su questo punto. Al centro di questi racconti, è tuttavia descritto in che modo lo Spirito Santo scende su Gesù e la filiazione divina di Cristo è testimoniata. Per ciò che riguarda il rito, tutto ciò che sappiamo, è che il Battesimo avviene nel fiume Giordano.

Ma forse gli Atti degli apostoli ci saranno più utili. Perché l’origine, l’ordine di battezzare è arrivato dal Risuscitato solo dopo Pasqua.

Un mosaico di istantanee

Effettivamente: il Battesimo è vecchio quanto la Chiesa di Cristo. Nel suo discorso della Pentecoste, già Pietro esorta gli ascoltatori a farsi battezzare. Quasi 3000 persone l’hanno seguito. Però, ancora una volta, non c’è nessuna indicazione sulla forma.

Anche nel racconto, di solito così chiaro, con Filippo e il ministro etiope, sappiamo solo che il battezzato entra in acqua e non ci sono altre descrizioni.

Tuttavia, raggruppando le istantanee tratte dagli Atti degli apostoli e dalle epistole apostoliche, il mosaico forma un’immagine d’insieme.

Ciò che appartiene al Battesimo in ogni caso

Così il Battesimo cristiano ha bisogno:

  • Del dispensatore: contrariamente ai riti di purificazione di quell’epoca, non ci si battezza da soli. C’è sempre qualcuno che viene chiamato e che battezza il credente.
  • Dell’acqua: il termine greco per “Battesimo” lascia sicuramente supporre che il battezzato viene spruzzato o addirittura immerso. Però non è scritto espressamente.
  • Della formula: nel Nuovo Testamento, si battezza sempre concretamente nel “nome di Gesù” o “in Cristo”.
  • Della professione di fede: la testimonianza di Cristo non è richiesta espressamente da nessuna parte, ma traspare o è documentata in seguito.

Sulla via dell’uniformazione

Per il resto c’è, ai tempi dei primi cristiani, una diversità di elementi differenti nei riti del Battesimo. La tendenza verso l’uniformazione prende rapidamente forma. Così, la “Didaché” del I° secolo d. C., probabilmente la madre di tutti i regolamenti ecclesiastici, dà istruzioni molto concrete.

Secondo queste ultime, il battezzato deve prima apprendere la dottrina, poi digiunare per uno o due giorni per finalmente poi tuffarsi nell’acqua viva, cioè nell’acqua corrente. In sostituzione, si può anche eventualmente versare l’acqua tre volte sulla testa, un tributo dovuto ad un’eventuale penuria di acqua.

L’imposizione delle mani è un atto che appare regolarmente quando si tratta del Battesimo di acqua, a volte direttamente prima, a volte molto più tardi. Si tratta del dono dello Spirito Santo. È tuttavia un argomento a sé, del quale ci occuperemo in altri episodi di questa serie.

 

Fotografie: Wirestock - stock.adobe.com
Autore: Andreas Rother
Data: 25.05.2020
Categorie: Fede