Ricerca
comunità e distretti

I sacramenti (16): Il cammino verso la comunione del Battesimo

Non è ovvio riconoscere i Battesimi di altre fedi e ci sono stati degli alti e bassi nel corso della storia della Chiesa. Affinché la Chiesa Neo-Apostolica possa riconoscere il Battesimo dispensato in altre comunità religiose, ci è voluto un po’.

 
/api/media/511103/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=a0b623f8887ca49e564bf72d9f5f7fce%3A1652700845%3A1006294&width=1500
 

“Il Santo Battesimo con acqua è la prima fondamentale grazia concessa, tramite la Trinità divina, all’uomo che crede in Gesù Cristo.” È ciò che dice il Catechismo neo-apostolico (CCNADR 481). A prima vista sembra intuitivo. Visto che il Battesimo con acqua è il primo sacramento nella Chiesa, è dunque il sacramento inizale. Fa dell’uomo un cristiano.

Nella retrospettiva, tuttavia, appare che anche gli studiosi e i religiosi hanno litigato nei secoli a questo proposito: di che Battesimo si tratta? In che modo è celebrato? Chi può dispensarlo? A chi si può dispensare? E qual è precisamente l’effetto del Battesimo sul battezzato?

Il Battesimo come professione confessionale

Queste sono numerose domande alle quali si è risposto differentemente a seconda dell’epoca e della confessione. E la Chiesa Neo-Apostolica non fa eccezioni. Nella storia della Chiesa, anche, ci sono stati diversi abbozzi di concetti. È comprensibile, visto che le Sacre Scritture non danno un’immagine molto chiara dei sacramenti in generale e del Battesimo con acqua in particolare. Dopotutto, la Bibbia non è un ricettario; è il fondamento della dottrina, ma che viene definita diversamente in funzione delle confessioni.

Il Nuovo Testamento porta numerose dichiarazioni sul tema del Battesimo, dalle quali tuttavia, non si può dedurre un concetto uniforme del Battesimo, tanto meno di una dottrina battesimale. Il concetto del Battesimo di ogni Chiesa è di conseguenza sempre basato sulla Bibbia, ma definito in funzione di ogni confessione. È anche il caso della Chiesa Neo-Apostolica.

A distanza, la conferma è indispensabile

In un manuale del 1916, vi è la domanda seguente: “Il Battesimo ricevuto in altre comunità religiose è anche valido nella Chiesa neo-apostolica?” la risposta è: “Sì. Quando l’atto è effettuato nel nome della Trinità divina con la vera parola e con acqua, è riconosciuto e confermato durante il Santo Suggello dal dispensatore del patto mandato da Dio e da Cristo, l’apostolo.” Il Battesimo con acqua effettuato è valido, ma viene riconosciuto pubblicamente prima del Santo Suggello.

Nel “Catechismo in domande e risposte” del 1952, una riflessione è fatta alla domanda 267 sul valore del Battesimo: “Qual è il valore di un Battesimo dispensato in un’altra comunità religiosa?” La risposta è senza equivoci: “Non c’è valore superiore al Battesimo d’urgenza prima della conferma di questo. Il patto con Dio non ha dunque avuto luogo, perché l’atto è incompleto.” È stato descritto incompleto perché è solo dall’abbinamento con il Santo Suggello che ne scaturisce la rigenerazione. A quell’epoca, la Chiesa Neo-Apostolica prendeva chiaramente le distanze dalle Chiese ecumeniche.

Inizia il riorientamento

Dopo anni e dopo discussioni animate, c’è stato un leggero riorientamento nelle “Domande e risposte” del 1992. Vi si trovava alla domanda 202, la risposta seguente: “Qual è il valore del Battesimo dispensato in un’altra comunità cristiana? Il Battesimo con acqua ricevuto in un’altra comunità o Chiesa cristiana nel nome della Trinità divina è riconosciuto dalla Chiesa Neo-Apostolica come sacramento valido per questa confessione. Per ottenere la rigenerazione di acqua e di Spirito, la conferma di questo Battesimo dall’apostolo o da un ministro mandato da lui costituisce una condizione indispensabile.”

Il riconoscimento come sacramento valido per la confessione corrispondente; altre Chiese hanno attraversato questo nel corso della loro storia. La Chiesa che vuole essere attiva in modo ecumenico non può scrivere questo, perché “valido per la confessione corrispondente” significa anche “non è valida in questa confessione.” La direzione della Chiesa si è impegnata a riflettervi più profondamente all’inizio degli anni 2000. Dei gruppi di progetto e le assemblee degli apostoli di distretto hanno iniziato ad approfondire alcuni temi teologici, la definizione dei sacramenti, la definizione della Chiesa e la definizione del ministero.

L’apertura proviene da Uster

Una serata informativa del 24 gennaio 2006 ad Uster (Svizzera) ha introdotto un nuovo aspetto sulla definizione del Battesimo. Il sito ufficiale l’ha descritto così a quei tempi: “Un tale avvenimento non era ancora mai successo nella Chiesa Neo-Apostolica: nuove definizioni e precisioni su alcuni punti di dottrina sono stati presentati simultaneamente alle comunità neo-apostoliche del mondo intero dal sommoapostolo Wilhelm Leber, guida spirituale della Chiesa Neo-Apostolica Internazionale.”

Il tema di questa ampia trasmissione della dottrina era il cambiamento di posizione della Chiesa sul Battesimo così anche le questioni dell’esclusività della Chiesa Neo-Apostolica. I Battesimi dispensati in altre Chiese cristiane nel dovuto modo saranno da ora in poi riconosciuti senza alcun’altra formula di conferma. I documenti dottrinali pubblicati all’epoca sono stati integrati nel Catechismo.

Il Battesimo è valido per la Chiesa intera

Oggi, la risposta alla domanda 493 (CCNCDR): “Il Battesimo avvenuto in un’altra comunità religiosa è valido?” è la seguente: “Sì, la dispensazione del Santo Battesimo con acqua è valida e ha efficacia in tutti gli ambiti della Chiesa di Cristo. Il Santo Battesimo con acqua è il primo passo sulla via verso la redenzione completa. Il Battesimo è valido dappertutto dove si battezza con acqua nel nome di Dio, del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Il Battesimo con acqua è dunque affidato alla Chiesa nel suo insieme. Questo deriva dalla volontà generale di Dio per la salvezza.”

Questo è valido nei due sensi: come la Chiesa Neo-Apostolica, che riconosce i Battesimi dispensati nel giusto modo nelle altre Chiese, anche le altre Chiese accettano il Battesimo con acqua dispensato nella Chiesa Neo-Apostolica.

CCNADR = Catechismo della Chiesa Neo-Apostolica in Domande e Risposte

 

 

Fotografie: PhotoSG - stock.adobe.com
Autore: Peter Johanning
Data: 17.08.2020
Categorie: Fede