Ricerca
comunità e distretti

Chi è Dio

Chi è Dio? Gesù rispose alla domanda dei suoi contemporanei mostrando loro come è Dio. Oggi, lo devono fare i credenti. Il sommoapostolo Jean-Luc Schneider spiega come, durante un servizio divino che ha celebrato.

 
/api/media/525801/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=ab6c5065ff2bbe9c0250868a1838cfc6%3A1688684307%3A2190518&width=1500
/api/media/525802/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=e7f6ec1e2dcd4842ea468d3c7150f32c%3A1688684307%3A7272371&width=1500
/api/media/525806/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=e81b2b5e8538a19bdac1fc2db36d8f67%3A1688684307%3A7644622&width=1500
/api/media/525807/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=11e20d75859705f541e5e78788a035ac%3A1688684307%3A5425948&width=1500
/api/media/525805/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=cd0e1d447611474d2af341b63946c8dc%3A1688684307%3A8799751&width=1500
/api/media/525803/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=35e877a59a4f0212e09e9d2b4a30f690%3A1688684307%3A2036415&width=1500
/api/media/525810/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=c1bb106cf6609dcb98d66dab782bfeb3%3A1688684307%3A7611528&width=1500
/api/media/525808/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=ddd904630ce36ba180b08989c7413c2a%3A1688684307%3A4441359&width=1500
/api/media/525804/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=6260c0a25b7877a5e26229c35ebde3ea%3A1688684307%3A7985406&width=1500
/api/media/525809/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=36fbf740b692f9431e8e634857568b44%3A1688684307%3A2506855&width=1500
 

La domenica delle Palme, il sommoapostolo Jean-Luc Schneider ha celebrato un servizio divino a Kaiserslautern (Germania). La parola biblica usata per la sua predica era in Giovanni 12, 23: “Gesù rispose loro: ‘L’ora è venuta, che il Figlio dell’uomo deve essere glorificato.’”

Gesù rivelò la natura di Dio

Gesù si recò a Gerusalemme per glorificare Dio e per essere glorificato da Dio o, in altre parole: “Il Signore sapeva che era arrivato il momento di rivelare pubblicamente e chiaramente la natura di Dio e la propria”. Tramite la sua morte sulla croce, Gesù rivelò la grandezza di suo Padre.

Rivelò la gloria di Dio: “Dimostrò che Dio era così grande che valeva la pena soffrire e, malgrado tutto, rimanere presso di lui. Il rapporto con Dio, la comunione con lui è molto più importante del nostro destino sulla terra, della sofferenza e della morte.”

Gesù dimostrò che Dio è amore e verità e che aveva pienamente fiducia in lui: “Non ci poteva essere migliore dimostrazione della grandezza dell’amore e della potenza di Dio: ‘Ho pienamente fiducia in lui, anche se non capisco per niente ciò che succede adesso: ho fiducia in lui!’”

Inoltre, il sacrificio di Gesù dimostrò chi era: “Dimostrò: ‘ Sono inviato da Dio per portarvi il suo amore; e l’amore di Dio per voi è così grande che sacrifico la mia vita per la vostra salvezza. Sono il buon pastore che dà la propria vita per le sue pecore.’”

Dio, da parte sua, glorificò suo Figlio. “Tramite la resurrezione, mostrò: ‘Questo è mio Figlio, non muore; io sono con lui, gli ho dato la vittoria.’ Più tardi, con la resurrezione, lo condusse nella sua gloria, e disse – Gesù stesso lo disse: ‘Signore, dammi la gloria che avevo da sempre presso di te in cielo.’”

I credenti proclamano la natura di Dio

Ora la missione dei credenti, ha sottolineato il sommoapostolo, è di glorificare Dio. “L’ora è giunta, oggi, adesso, qui, di dimostrare chi è Dio e chi siamo noi.” I credenti compiono questa missione proclamando:

  • che Gesù opera all’interno della sua Chiesa: “Gesù Cristo opera sulla terra, concede la salvezza, la grazia, il perdono e la benedizione. Lo testimoniamo in particolare quando ci rechiamo al servizio divino”
  • che Gesù è amore e verità: “Abbiamo totalmente fiducia in lui – non abbiamo paura, non ci preoccupiamo inutilmente: Abbiamo un’assoluta fiducia in Dio, abbiamo una fiducia incondizionata”
  • di glorificare Gesù Cristo: “È così che possiamo glorificare Gesù Cristo, mantenendo la sua parola e dimostrando: Gesù Cristo ha ragione. Viviamo in conformità al Vangelo.”

I credenti devono dimostrare chi sono:

  • i graziati da Gesù Cristo: “e perché abbiamo ricevuto e riceviamo la grazia, siamo anche disposti a perdonare il nostro prossimo”
  • gli amati da Gesù Cristo: “Serviamo il Signore perché lo amiamo con tutto il nostro cuore”
  • gli inviati di Dio: “Abbiamo una missione da compiere, che è fare il bene nel nome di Gesù Cristo e aiutare il nostro prossimo ad ottenere la salvezza.”

Il credente non riceve sempre applausi e approvazione dai suoi contemporanei, ha avvertito il sommoapostolo: “Quando vogliamo dimostrare chi è Dio, o chi siamo, ciò non è sempre ben accolto dagli altri. ”Tuttavia è precisamente adesso il momento di dimostrare chi è Dio e chi sono i cristiani. Il sommoapostolo ha promesso a coloro che avrebbero compiuto questa missione che Dio li avrebbe glorificati: “Vivremo la risurrezione, riceveremo il corpo di gloria e saremo condotti nel Regno di Dio, nella gloria eterna. Questo è il nostro futuro.”

 

Fotografie: Christian Deubel
Autore: Katrin Löwen
Data: 28.04.2021
Categorie: Fede