Ricerca
comunità e distretti

La cura pastorale (19): La riservatezza genera fiducia

“sub rosa” – “sotto la rosa” oppure ancora: sotto il patto di riservatezza. Queste parole sono spesso incise sui confessionali e significano che ciò che viene detto “sotto la rosa” rimane confidenziale.

 
/api/media/526281/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=06548afcd70d51c5074cbe3c9be9fc40%3A1692473546%3A188975&width=1500
 

Nella Roma antica, si appendeva una rosa al soffitto durante le riunioni, ricordando così ai presenti l’obbligo della riservatezza. La rosa scolpita nei confessionali attuali ha lo stesso obiettivo. “sub rosa dictum”, ciò che è detto sotto la rosa deve rimanere segreto.

L’obbligo di segretezza esiste in numerose professioni: medici, avvocati, psicologi oppure incaricati della cura pastorale. Ciò significa che i segreti confidati non devono essere divulgati a terzi senza autorizzazione. I ministri neo-apostolici hanno anche l’obbligo del segreto ministeriale. “Tutti i ministri sono ecclesiastici ai sensi della legge. Sono vincolati dal segreto ministeriale rispetto a tutti gli eventi di cui vengono a conoscenza attraverso la loro attività ministeriale.”

Non sempre tutti sono consapevoli di ciò che ricopre il segreto ministeriale. La cosa grave è quando i fratelli del ministero spettegolano indiscriminatamente, indipendentemente da chi li ascolta. Questo tipo di conversazioni in sacrestia prima del servizio divino sono ben note: si parla velocemente di tale fratello o sorella che deve subire un grave intervento, con nome e descrizione dettagliata di tutto. È lecito? NO!

Il segreto ministeriale: sì, per favore!

I fratelli del ministero accettano il segreto ministeriale prima di essere ordinati. Tali regole non sono restrittive né rendono la cura pastorale più difficile, al contrario: rendono possibile la cura pastorale! Si tratta soltanto di fiducia dei fratelli e sorelle verso i propri ministri. È il requisito base di ogni cura pastorale. Il compito del ministro deve essere di rafforzare questa fiducia e di non abusarne mai. Una volta persa la fiducia, le ripercussioni su tutto l’operare dei ministri sono enormi.

La cura pastorale presuppone quindi che il contenuto di tutte le conversazioni sia tenuto segreto e non sia divulgato. Ad esempio si può trattare di situazioni coniugale, familiare, di salute ed economica, oppure ancora lo stile di vita, la situazione della fede oppure i problemi nella fede.

Eccezioni

Senza il consenso delle persone interessate, si possono dare informazioni a ministri superiori solo se vi è un’innegabile necessità di farlo. È il caso particolarmente quando:

  • Si teme un danno importante per la Chiesa (ad esempio nel caso di grave violazione degli obblighi di un ministro);
  • Si prevede o avviene un reato grave;
  • Vi sono indizi di un pericolo concreto per la vita o l’integrità fisica di membri della Chiesa (ad esempio in caso di annuncio di suicidio).

Se non è possibile avvertire i ministri responsabili, il ministro decide di informali dopo aver deciso in modo autonomo di allertare le autorità.

La confessione

La confessione è un caso particolare della cura pastorale. È inoltre anche soggetto al segreto ministeriale e confessionale. Nel linguaggio religioso, la confessione è l’ammissione e il riconoscimento del peccato o della propria colpa di fronte ad un ecclesiastico. Secondo il concetto neo-apostolico, non è necessario confessarsi per ottenere il perdono dei peccati. Tuttavia, se la persona non trova la pace interiore, può rivolgersi all’apostolo e confessarsi con lui.

In casi di particolare urgenza, quando l’apostolo non è raggiungibile, ad esempio per i morenti, ogni ministro sacerdotale può eccezionalmente ascoltare la confessione e pronunciare il perdono. L’apostolo sarà immediatamente informato di questo atto.

Il nostro prossimo articolo di questa serie tratterà un argomento che riguarda molte persone, sia come persone colpite, sia come parenti: La depressione e le sue conseguenze.

 

Fotografie: Alen Dobric - stock.adobe.com
Autore: Peter Johanning
Data: 20.12.2021
Categorie: Fede