Ricerca
comunità e distretti

Lasciamoci preparare da Dio: saremo beati e santi

28.11.2021

L’apostolo di distretto Giorgio Zbinden fa visita (a sorpresa) alla piccola comunità neo-apostolica di Torino
 
/api/media/520902/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=99a4e3fa0bcd24763cff44ca1ba1fae3%3A1692473699%3A9361183&width=1500
/api/media/520903/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=62d34bc23f81b5cf335b69f0b9d5ae07%3A1692473699%3A4641302&width=1500
/api/media/520904/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=ae1c2e8859b08094cfae9cfd742ffdd9%3A1692473699%3A3396560&width=1500
/api/media/520905/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=1d2a5c80a908f3e9732f94da9609dd69%3A1692473699%3A8229295&width=1500
/api/media/520906/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=1c3c3c29ac03191efdbfb62b44133ba5%3A1692473699%3A6742654&width=1500
 

L’apostolo di distretto Giorgio Zbinden, domenica 28 novembre 2021, avrebbe dovuto servire in Romania, insieme al vescovo Ivan De Lazzari, ma a causa della pandemia e delle relative restrizioni agli spostamenti il programma ha subito delle modifiche. Infatti, l’apostolo di distretto era stato messo da tempo a conoscenza dal vescovo che i fratelli della piccola comunità di Torino desideravano una visita: ecco la giusta opportunità, mentre il vescovo è volato in Sicilia.

Nella comunità di Torino i servizi divini si tengono, solo una volta al mese, in una sala d’albergo in centro, vicino alla Stazione di Porta Nuova. 

Tutti i membri della comunità hanno accolto ben lieti l’opportunità di ascoltare il servire dell’apostolo di distretto; egli ha basato la predica sulla parola scritta in Apocalisse 20, 6: “Beato e santo è colui che partecipa alla prima risurrezione. Su di loro non ha potere la morte seconda, ma saranno sacerdoti di Dio e di Cristo e regneranno con lui quei mille anni”.  

Con questa parola biblica l’officiante ha sottolineato come sia importante rimanere fiduciosi nel Signore, anche se la prospettiva terrena non è delle migliori. Vogliamo allenarci partendo proprio dal modificare i nostri pensieri e poi i nostri comportamenti, guardando il nostro prossimo dalla prospettiva di Gesù Cristo e vivendo in armonia con Dio.

I presupposti per partecipare, iniziano già oggi: 

beati: perfettamente soddisfatti; perché? Siamo in armonia perfetta con Dio secondo sua volontà.

santi: opera lo Spirito Santo, cioè purifica e libera;

  • l’anima è piena di vita divina
  • lo spirito corrisponde totalmente alla volontà divina
  • riceveremo un corpo come il Risorto.

Se crediamo in Gesù Cristo e mostriamo pentimento, grazia, rinunciamo al male e seguiamo Gesù, allora possiamo essere come Lui.

Santificazione:

  • Dio è santo, il figlio di Dio partecipa alla Sua santità
  • Santo è colui che è chiamato per il servizio di Dio, quale re e sacerdote nel millennio di pace

L’apostolo di distretto era accompagnato dal nuovo conducente distrettuale per l’Italia Nord-Ovest e dal sacerdote che serve regolarmente la comunità; come ogni domenica in cui egli serve nel proprio distretto d’apostolo – comprendente 16 Paesi – ha distribuito anche la Santa Cena a favore dei defunti.

Al termine del servizio divino la comunità ha avuto la possibilità di passare qualche minuto in comunione con l’apostolo di distretto, prima che egli si dirigesse verso la vicina stazione ferroviaria per il rientro a casa.