Ricerca
comunità e distretti

RACCONTARE LE GRANDI COSE CHE DIO COMPIE PER NOI

Chiunque professi la sua fede in Gesù non è mai solo. Perché Dio è con lui. E chiunque lo sperimenta lo diffonde intorno a lui. È esattamente ciò che Cristo si aspetta dai suoi aiutanti quando si tratterà, nel regno di pace, di aiutare tutti gli uomini.

 
/api/media/510022/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=fcdd5ea0b3c93ebf852c40048a4b7b27%3A1707206955%3A1500167&width=1500
/api/media/510023/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=822c3973a33801992fb3a0eaf6fe0d64%3A1707206955%3A256822&width=1500
/api/media/510024/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=003aeb8a0533bb4a7149f51c0a7b9e39%3A1707206955%3A5897986&width=1500
/api/media/510025/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=e3f4f358ac66d71700a0b893315411b5%3A1707206955%3A2869553&width=1500
/api/media/510026/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=d06c382240a22f1d7352aecf4453d710%3A1707206955%3A9641328&width=1500
/api/media/510027/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=24959b65587bb846ad36070cfb2bd2a1%3A1707206955%3A9153174&width=1500
/api/media/510028/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=4341844529604cc2e6772941493dc37e%3A1707206955%3A6541080&width=1500
/api/media/510029/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=27c03ec9e12d8af643dd18ef1033e974%3A1707206955%3A6335804&width=1500
/api/media/510030/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=8d7d1c5da42580e4fb71dddc32051624%3A1707206955%3A2664692&width=1500
/api/media/510031/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=ce051feeef67941b15184f08b951c64a%3A1707206955%3A7637632&width=1500
/api/media/510033/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=dbab513c434f921a0e15355f6791652c%3A1707206955%3A5061005&width=1500
/api/media/510035/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=7d08e8b868b80c8a3f3c2149e864ef51%3A1707206955%3A8898887&width=1500
 

Durante il suo lungo viaggio di 44’000 chilometri nel Pacifico del Sud, il sommoapostolo Jean-Luc Schneider ha anche visitato i fratelli e sorelle della Nuova Zelanda. Domenica 22 settembre 2019 ha celebrato un servizio divino a Christchurch, nella Boys’ High School, trasmesso nelle comunità in Nuova Zelanda, in Australia e in Papua-Nuova-Guinea. Durante questo servizio divino, la guida della Chiesa ha ordinato gli anziani di distretto Patrick Elly Silabe e Lucas Carlson Supok nel ministero di apostolo per Papua-Nuova-Guinea.

Il sommoapostolo ha basato la sua predica sulla parola biblica in Zaccaria 8, 22-23: “Molti popoli e nazioni potenti verranno a cercare il Signore degli eserciti a Gerusalemme e a implorare il favore del Signore. Così parla il Signore degli eserciti: “In quei giorni avverrà che dieci uomini di tutte le lingue delle nazioni piglieranno un Giudeo per il lembo della veste e diranno: “Noi verremo con voi perché abbiamo udito che Dio è con voi”.

La nostra salvezza

Ai suoi tempi, il profeta Zaccaria si è rivolto ai Giudei tornati dall’esilio a Babilonia. Li ha esortati a ricostruire il tempio e ha annunciato loro un nuovo tempo di salvezza. Per i credenti, il messaggio del profeta evoca la salvezza portata da Cristo, ha detto il sommoapostolo all’inizio della sua predica. E la parola biblica può essere considerata come una profezia riguardante il regno dei mille anni di pace futuro.

La nostra convinzione

 È la nostra convinzione, derivante dalla nostra fede, che Gesù ritornerà. Porterà la sua Sposa con lui, e coloro che Gesù prenderà, entreranno nel regno di Dio come primizie.” Poi, il sommoapostolo ha parlato delle nozze dell’Agnello e del regno dei mille anni di pace, durante il quale le primizie proclameranno il Vangelo con il Figlio di Dio. Durante questo regno, gli uomini continueranno a nascere, a vivere e a morire come oggi, ma Satana non potrà più opporsi all’annuncio del Vangelo, ha detto la guida della Chiesa.

La nostra vocazione

“Ed è la nostra speranza, il nostro desiderio e la nostra volontà di far parte di queste anime che torneranno sulla terra con Gesù Cristo per annunciare il Vangelo a tutti gli uomini, sulla terra e nell’aldilà. Questa è la nostra vocazione. Questo è il nostro futuro. Questa è la nostra vocazione ed è per questo che ci prepariamo.”

La nostra proclamazione

Siamo stati eletti e chiamati a far parte di questo real sacerdozio, ha spiegato il sommoapostolo Schneider. E la preparazione dei fedeli oggi consiste nel proclamare che “Dio è con noi”. “Diciamo e mostriamo agli uomini che Dio è con noi!”, questo il richiamo lanciato dalla guida della Chiesa.

  • Celebrare l’incontro con Dio: “Raccontiamo agli uomini che siamo cristiani. E che andiamo al servizio divino, perché viviamo un incontro con Dio. Questo fa parte della nostra vita.”
  • Non avere paura del futuro: “Non abbiamo paura del futuro. Sappiamo che siamo in sicurezza, perché Dio è con noi. Abbiamo fiducia in lui. Siamo fiduciosi.”, la gente intorno a noi ha il diritto di vederlo, ha detto il sommoapostolo Schneider.
  • Seguire Cristo in ogni circostanza: “Abbiamo deciso di obbedire ai comandamenti di Dio. Abbiamo preso la decisione di amare. Nessuno può impedirci di seguire l’esempio di Gesù.”
  • Essere riconoscenti per la ricchezza di Cristo: “Siamo ricchi in Cristo, e la nostra riconoscenza e la nostra gioia dovrebbe essere percettibile intorno a noi.”
  • Rallegrarsi in vista della comunione eterna: “Ci rallegriamo di essere presto vicino a Cristo per sempre.”
  • Essere uno in Cristo: “La gente ci ascolterà quando parleremo del nostro fratello e della nostra sorella. Possono vedere e sentire: Oh, è diverso nella loro cerchia, non criticano, perdonano. Non si accusano né si rimproverano a vicenda.”
  • Fare il bene nel nome di Gesù: “Vogliamo aiutare coloro che sono nel bisogno. Vogliamo consolare coloro che sono tristi.”

Annunciare i doni di Dio

“Non esitiamo a dire che Dio è con noi!”, ha sottolineato il sommoapostolo concludendo. “Facciamo sapere che siamo cristiani neo-apostolici praticanti. Esprimiamo la nostra fiducia in Dio, la nostra determinazione a seguire Gesù, la nostra riconoscenza e la nostra gioia. Parliamo del nostro attaccamento alla comunità. Piuttosto di evocare il bene che facciamo, evidenziamo le grandi cose che Dio ha fatto per noi.”

 

Fotografie: NAC Western Pacific
Autore: Oliver Rütten
Data: 27.11.2019
Categorie: Fede