Ricerca
comunità e distretti

Il ministero (18): Partenza per un viaggio di scoperta

Cos’è il ministero? Come funziona? Qual è il legame con la persona? È ciò che ha trattato fino adesso in dettaglio questa serie in 17 articoli. Ecco adesso le prossime tappe: Chi può ricevere un ministero? Per trovare una risposta giusta, bisogna guardare con attenzione.

 
/api/media/530931/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=1820dca49e83ec8e7bfe4fc2dd5a530c%3A1707208415%3A8645871&width=1500
 

Il ministero è il potere, la benedizione e la santificazione, dati con l’ordinazione, di parlare e di operare nel nome di Dio. È Gesù Cristo stesso che lo ha istituito dando poteri agli apostoli. E gli apostoli, a loro volta, ne hanno condiviso una parte.

Dio, Gesù, gli apostoli; colui che cerca delle risposte si deve porre almeno tre domande: Cosa vuole Dio? Cosa ha detto o fatto Gesù Cristo? Cosa hanno insegnato gli apostoli? E queste risposte bisogna cercarle innanzitutto nella Bibbia, che è l’atto di fede del cristianesimo. Ma il libro dei libri non facilita le cose.

 

Un libro con sette sigilli

Questo si vede già nella domanda: Cosa vuole Dio? La creazione prima della caduta nel peccato, lo stato del mondo come lo voleva Dio, ne è la migliore illustrazione: “Dio vide tutto quello che aveva fatto, ed ecco, era molto buono.” (Genesi 1, 31).

Però: Le Sacre Scritture hanno due racconti diversi della creazione. Ed entrambi possono essere compresi diversamente.

E continua con la domanda: Cosa ha detto o fatto Gesù? Il problema qui: Cristo non ha detto niente a questo proposito. E le sue azioni possono essere interpretate in un modo o nell’altro.

Infine, anche la seguente domanda pone problemi: Cosa hanno insegnato gli apostoli? Ci sono sicuramente delle affermazioni molto chiare. Ma non è insolito che si contraddicano. Oppure, mancano di una giustificazione logica. O ancora, non si tratta di fede ma di cultura.

 

Non cosa, ma come

“Come utilizziamo la Bibbia?”, chiede il sommoapostolo Jean-Luc Schneider in una circolare indirizzata agli apostoli. “Non vi troviamo spiegazioni scientifiche” e si riferisce al detto: “La Bibbia non ci spiega la terra ed il cielo, ci dice come vivere sulla terra per entrare in cielo.”

“Evitiamo di prendere decisioni o di giustificarle in base ad un passaggio biblico isolato dal suo contesto.” Perché: “Su molti punti, i testi biblici dicono tutto e il suo contrario, ed ognuno vi può trovare ciò che gli conviene.” Ad esempio:

  • “Nell’Antico Testamento, l’Eterno chiede ad Israele di non combattere e di lasciare stare. Ma in un altro momento, gli chiede di fare la guerra.”
  • “Gesù chiede innanzitutto ai suoi apostoli di andare solo dai Giudei. Dopo, li manda in tutte le nazioni.
  • Ed in I Corinzi 7, 26-33, Paolo raccomanda di non sposarsi per piacere al Signore. Ma in I Timoteo 4, 1-3, leggiamo che coloro che consigliano ai credenti di non sposarsi sono falsi dottori!”

Questi pochi esempi mostrano, secondo il sommoapostolo:

  • “che non possiamo fare affidamento ad isolati passaggi biblici per prendere le nostre decisioni;”
  • “che la Bibbia non ci impone le decisioni da prendere, ci dice come prenderle, rispettando la volontà di Dio, specialmente il comandamento dell’amore per Dio e per il prossimo;”
  • e “Che il testo biblico può essere interpretato in più modi. Crediamo che Gesù abbia affidato ai suoi apostoli la missione di interpretare le Sacre Scritture con l’aiuto dello Spirito Santo (I Corinzi 4, 1).”

 

Verso la risposta

Mostrare la via verso la risposta: “Soltanto un’adeguata valutazione del testo biblico può farlo”, ha sottolineato così il sommoapostolo Schneider nel suo discorso in video.

Ciò significa: Non accontentarsi di pescare nella Bibbia ciò che ci conviene. Ma invece: Percepire le contraddizioni, analizzare il contesto, riconoscere i collegamenti.

Questa serie dal prossimo articolo si occuperà di questo viaggio di scoperta attraverso il racconto della creazione, dei Vangeli e delle epistole degli apostoli.

 

Fotografie: C. Schüßler - stock.adobe.com
Autore: Andreas Rother
Data: 10.11.2022
Categorie: Fede