Ricerca
comunità e distretti

Riflettere la luce del mondo

È ovvio: Gesù è la luce del mondo. Però: anche i credenti devono far splendere la sua luce – fino nell’aldilà. Come? È ciò che il sommoapostolo ha evidenziato durante un recente servizio divino.

 
/api/media/540723/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=d46ef0d46ab6264e88126d4fa4fbd052%3A1740286238%3A3882762&width=1500
/api/media/540724/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=d90fab15f5c3e16e1c4ec51158a39d13%3A1740286238%3A6222509&width=1500
/api/media/540725/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=88ff5eb0077967c6dca4dceace75e07b%3A1740286238%3A6047642&width=1500
/api/media/540726/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=694c09e31700614ac84ca96fa148bc34%3A1740286238%3A1628632&width=1500
 

“Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, affinché vedano le vostre buone opere e glorifichino il Padre vostro che è nei cieli.” – È con questa esortazione tratta da Matteo 5, 16 che è stato incentrato il servizio divino del 26 febbraio 2023 a Praia (Capo Verde).

“Mentre sono nel mondo, io sono la luce del mondo.” È ciò che Gesù stesso disse. “Portò la luce agli uomini. Qual è questa luce?”, ha chiesto il sommoapostolo Jean-Luc Schneider. Ecco le risposte:

  • Gesù Cristo rivelò agli uomini la vera natura di Dio: “Dio è un Padre amorevole, che si prende cura di voi, è un Dio di grazia e di misericordia e un Dio d’amore.”
  • Non si è accontentato di predicarlo: “Compì le opere d’amore di Dio, le opere di grazia di Dio. Ed è così che mostrò alla gente: È così che Dio vi ama, come io vi amo! È così che Dio perdona, come io vi perdono. È così che Dio vi aiuta, come io vi aiuto.”
  • Gesù Cristo rivelò agli uomini la vera natura della salvezza: “La salvezza non consiste nel risolvere tutti i problemi sulla terra, ma consiste nel condurvi nel suo regno, dove il male, la morte non esistono più.”
  • Non rispose a tutte le domande: Non disse a Marta perché non aveva impedito la morte di Lazzaro. Non fornì spiegazioni relative al massacro dei Galilei nel tempio, né sulle vittime del crollo di una torre a Siloe.
  • La luce di Cristo ci mostra la via della salvezza: Allontanarsi dal peccato, credere in Gesù e seguirlo, ricevere i sacramenti e perseverare nell’insegnamento degli apostoli.

“Questa via della salvezza la mostrò ai vivi e ai morti”, ha sottolineato il sommoapostolo. “Leggiamo nelle Scritture che Gesù Cristo, dopo la sua morte, si recò dai morti nell’aldilà e vi portò anche la sua luce.”

 

Splendere con le opere

“Gesù Cristo ci diede la sua luce ed ora, dobbiamo far risplendere questa luce.” Tuttavia: “Non accontentarsi di parlare: fate splendere la vostra luce con le vostre opere!” Questo include:

  • “Tramite la nostra riconoscenza a Dio, mostriamo ed indichiamo: Dio è nostro Padre, si prende cura di noi. Ciò che abbiamo proviene da lui.”
  • “Anche se capita che non comprendiamo ciò che succede nella nostra vita, rimaniamo vicino a Dio e ci fidiamo di lui! Ma con la nostra fedeltà e la nostra fiducia, possiamo mostrare l’amore di Dio.”
  • “Non abbiamo paura del futuro, sappiamo: il meglio deve venire. La nostra priorità è sempre il ritorno di Gesù Cristo.”
  • “Vogliamo anche mostrare il cammino della salvezza: per essere vicino al Signore, bisogna seguirlo oggi. Seguire Gesù Cristo è molto semplice: Per questo, dobbiamo amare come ci ha amato.
  • “Per essere riscattati, seguiamo gli apostoli, frequentiamo i servizi divini e celebriamo la Santa Cena.”
  •  

Risplendere fino nell’aldilà

“Non vogliamo solo aiutare gli uomini sulla terra”, ha detto il sommoapostolo. “Ci teniamo anche molto affinché nell’aldilà, i morti, possano essere riscattati.” Perché: “Crediamo fermamente che Dio sia lo stesso per i vivi e per i morti e crediamo che la salvezza che offre sia la stessa quaggiù come nell’aldilà.”

“E siccome ci crediamo, preghiamo per i defunti”, ha spiegato la guida della Chiesa. “Affinché le nostre preghiere siano credibili ed efficaci, dobbiamo ancora fare qualcosa: dobbiamo trattare i vivi come trattiamo i morti. Non puoi pregare per i peccatori dell’aldilà, ma giudicare ed escludere i peccatori su questa terra.”

La conclusione del sommoapostolo Schneider è stata: “Gesù è la luce del mondo. Facciamo splendere la sua luce conformando la nostra vita all’esempio di Gesù. Crediamo che Dio ama i defunti e preghiamo per la loro salvezza.”

 

Fotografie: NAC Praia
Autore: Andreas Rother
Data: 12.04.2023
Categorie: Fede