Ricerca
comunità e distretti

Crescere in profondità e in altezza

Mettere radici, portare frutto, seminare nuovi semi: è stato il tema del servizio divino con il quale il sommoapostolo ha sorpreso la comunità di Kinshasa-Matete (Repubblica Democratica del Congo).

 
/api/media/541229/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=2d121d9109e168e20898448dfd2e693a%3A1733272285%3A5298159&width=1500
 

Il popolo d’Israele è tormentato dal nemico. Il re Ezechia quindi prega Dio. La risposta ricevuta tramite il profeta Isaia è la seguente: “E il resto della casa di Giuda che sarà scampato metterà ancora radici in basso e porterà frutto in alto.” (Isaia 37, 31). Questa è la parola di base per il servizio divino del 19 luglio 2023.

 

La parola qui e ora

“Non abbiamo a che fare con degli esseri umani”, ha spiegato il sommoapostolo. “Il nostro nemico non è l’uomo, è il diavolo.” Costui seduce dicendo:

  • “Non avere fiducia in Dio. Accettami come maestro. Fa ciò che ti dico e vedrai, avrai una bella vita.”
  • “Fidati di te. Invece di andare in chiesa e di seguire il tuo Dio, prenditi cura di te stesso.”
  • “Non indietreggiare davanti al peccato. Non esitare a mentire, a rubare, a ingannare. Così, avrai le stesse cose degli altri.”
  • “Guarda questi apostoli: sono tutti imperfetti. Credi veramente che possono salvarti? Va altrove, va dove fanno miracoli.”

 

“È normale che tali pensieri ci assalgano”, ha consolato il sommoapostolo. “L’importante è avere la giusta reazione. Come il re Ezechia: andiamo al tempio e diciamo a Dio ciò che succede.” Questo si può fare durante la preghiera oppure durante una visita pastorale con ministri ordinati. Dio risponderà: “Abbi fiducia in me. Rimani. Sono l’Onnipotente. Sono il tuo Salvatore. Rimani vicino agli apostoli, rimani vicino al sommoapostolo. Ti prometto che sono con loro e tramite loro riceverai la salvezza.”

 

I credenti mettono radici

“Le radici di una pianta le permettono innanzitutto di essere radicata nel suolo e di non volare via con il vento”, ha spiegato il sommoapostolo. “Ed è tramite le radici che la pianta si nutre.” Le radici della fede permettono di rimanere fedeli. “Se ci lasciamo istruire dallo Spirito Santo e dall’apostolato, ci radicheremo sempre più profondamente. La nostra fede si approfondirà.” Il sommoapostolo ha ricordato ciò in cui credono fermamente i credenti:

  • “Crediamo che Gesù sia veramente il Figlio di Dio.”
  • “Crediamo che sia morto e risuscitato per darci la vita eterna e non per migliorare la nostra vita sulla terra.”
  • “Andiamo in chiesa per entrare nel regno di Dio, per avere la vita eterna, per essere vicino a Gesù per sempre.”
  • “Crediamo che l’apostolato sia stato inviato da Gesù Cristo per darci la salvezza.”
  • “Gesù verrà presto, qualsiasi cosa faccia il diavolo.”

 

“Quando arriva la tempesta, rimaniamo fermi, non cediamo”, ha detto il sommoapostolo descrivendo le radici della fede.

La guida internazionale della Chiesa ha in seguito parlato del ruolo delle radici, vale a dire nutrire la pianta. Sono le radici dell’amore. Lo Spirito Santo rende anche percepibile la profondità dell’amore di Cristo. “Gesù Cristo è con me tutti i giorni e mi aiuta”, ha ricordato il sommoapostolo. “Lo amo per ciò che ha fatto per me quando era sulla terra, per ciò che fa per me oggi e per ciò che mi ha promesso.” Questo dà le forze per servire Gesù. “Questo amore per Gesù ci nutre e ci dà le forze di trasformarci piano piano per somigliare sempre più a Gesù.”

 

I credenti portano frutto

“Non possiamo vedere le radici”, ha continuato il sommoapostolo. “Fratello, sorella, non posso vedere la profondità della tua fede, la profondità del tuo amore.” Però: “I frutti sono ciò che tutti possono vedere.”

I frutti sono un’immagine del comportamento e dello sviluppo intellettuale. “Coloro che rimangono fedeli all’apostolato portano frutti. C’è un cambiamento visibile nel loro comportamento.” Ad esempio: “Quando sono attaccati, non reagiscono allo stesso modo.”

I frutti producono nutrimento. “Questi frutti sono servizi resi a nostro fratello, a nostra sorella.” La preghiera, la consolazione, l’incoraggiamento o la premura potrebbero essere questi frutti.

“E nel frutto si trovano anche i semi che garantiscono l’ulteriore sviluppo.” I credenti preparano il futuro dell’Opera di Dio. “Con il loro comportamento, annunciano il Vangelo e testimoniano. E con la loro testimonianza e il loro comportamento, attirano nuove anime nell’Opera di Dio. I genitori portano frutto e ispirano i propri figli a rimanere fedeli a Dio.”

 

Fotografie: NAK Demokratische Republik Kongo
Autore: Katrin Löwen
Data: 27.09.2023
Categorie: Fede