Ricerca
comunità e distretti

Lasciati toccare dal Padre celeste!

10.05.2020

10 maggio 2020, una festa della mamma con l’apostolo. Servizio divino teletrasmesso da Lugano, l’apostolo Camenzind è accompagnato dal sacerdote Hochkofler.
 
/api/media/486667/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=e2bbb9c87ee8cad970d539b424adbee2%3A1632085485%3A8083643&width=1500
/api/media/486668/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=6853c2f448a4f91558088383d3fa8724%3A1632085485%3A7668396&width=1500
/api/media/486669/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=669d5ba78a79dd10a1c99a5651b18462%3A1632085485%3A581067&width=1500
 

L’apostolo ha portato i saluti dell’apostolo di distretto, poi si è rivolto alle mamme con gli auguri per la loro festa, non dimenticando tutte le donne che vorrebbero essere mamme, ma non hanno potuto esserlo.

Alla base di questo servizio divino, senza celebrazione della Santa Cena, la parola in Daniele 10, 18-19a: “Allora colui che aveva l'aspetto d'uomo mi toccò di nuovo e mi fortificò. Egli disse: "Non temere, o uomo molto amato! La pace sia con te. Coraggio! Sii forte!"

L’apostolo ha detto che Dio vuole toccare anche il nostro cuore: siamo suoi figlioli e Lui ci vuole fortificare, consolare. Questo ci permette di andare avanti con gioia verso la meta della nostra fede: il ritorno di Gesù Cristo. Fortificati siamo anche in grado di manifestare al nostro prossimo: il Signore viene, che gioia! Perseveriamo in questo. Con le parole del testo biblico “Non temere” l’apostolo ci ricorda che siamo amati, che non siamo soli.

Al termine del servizio divino, l’apostolo ha esortato a lasciarci toccare dal perdono dei nostri peccati.