Ricerca
comunità e distretti

Siamo tutti chiamati a servire

08.11.2020

Per la prima volta nella storia della Chiesa Neo-Apostolica in Moldavia, è stato nominato un vescovo domenica 8 novembre 2020. La nomina avrebbe dovuto essere effettuata dall'apostolo di distretto Zbinden già da mesi e per la pandemia questo atto ha dovuto essere posticipato. L'operare di Dio si è dimostrato impressionante: pochi giorni prima del viaggio, le restrizioni sono state revocate.
 
/api/media/508580/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=a7cf6a0cce0c9ceba6c80ed8c4a821dc%3A1637956076%3A8969874&width=1500
/api/media/508581/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=19e71238cb659ebde46eff1a45b38997%3A1637956076%3A6133885&width=1500
/api/media/508582/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=ce87964c459572520b1454ebf1301ad9%3A1637956076%3A6915368&width=1500
/api/media/508583/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=edee291a33aa53b0a17a0f948fe78318%3A1637956076%3A8271604&width=1500
/api/media/508584/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=77d7d6a3a836ae017b0f258cc2ce9328%3A1637956076%3A5638217&width=1500
 

All'inizio del servizio divino l'apostolo di distretto Jürg Zbinden ha porto i saluti e gli auguri di benedizione del sommoapostolo. Egli ha poi dimostrato il suo ringraziamento e la sua gioia per il fatto che, tramite la grazia divina, gli è stato reso possibile trovarsi tra i fratelli e le sorelle della Moldavia. Egli ha poi sottolineato: "In un tempo dove non è più possibile tutto ciò che lo era in passato, l'amore di Dio ha sempre provveduto a rinforzare la nostra anima." 

Come base per il servizio divino è stata letta una parola dal Salmo 101, 6: "Avrò gli occhi sui fedeli del paese per tenerli vicini a me, chi cammina una via irreprensibile sarà mio servitore."  

Gli occhi di Dio sono su coloro che lo servono  
L'apostolo di distretto ha poi continuato dicendo che Dio ci conosce, ci ama e che desidera sostenerci di continuo. I suoi occhi sono diretti sempre su di noi; questo lo possiamo riconoscere in ogni fratello che ha ricevuto il dono di servirci, in coloro che hanno il desiderio di rendersi utili nell'Opera del Signore e che si sforzano di agire secondo la volontà del Signore.  

Vivere con Dio
Di tanto in tanto, dice l'apostolo di distretto, ci troviamo nella casa di Dio dove Egli è presente. Egli però abita nel tuo e nel mio cuore e desidera che noi siamo e restiamo in stretto collegamento con Lui. Per riconoscere e adempiere i desideri di Dio, vogliamo percorrere il cammino che ci è stato preparato.

Camminare sulla giusta via
Gesù disse: „Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me". Questa è la via che porta al Padre, sottolinea l'apostolo di distretto Zbinden e continua: „Se vogliamo percorrere la via di Gesù, dobbiamo cominciare con quello che facciamo per il prossimo.“

Nel suo servire, l'apostolo Vasile Cone ha mostrato gli effetti che il servizio divino dovrebbe avere su di noi: "Dove Cristo abita nei nostri cuori, la volontà non appartiene più a noi, ma a Lui. Dove Cristo si trova nella nostra vita, possiamo essere la sua Opera."

Dopo il perdono dei peccati e la celebrazione della Santa Cena è seguita la celebrazione della Santa Cena per i defunti.  

Per terminare, l'apostolo di distretto ha nominato l'attuale evangelista di distretto Stefan Gavriliuc quale nuovo vescovo. Il nuovo vescovo servirà in futuro i fratelli e le sorelle di fede in Moldavia e nei distretti Braila-Galati e Suceava (Romania).