Ricerca
comunità e distretti

 

Ticino

Il Canton Ticino si trova in Svizzera, al sud delle Alpi, ed è la regione più meridionale della Svizzera

 

Il nostro territorio
 

Il nostro territorio

Il clima mediterraneo di cui gode la zona consente di avere giardini lussureggianti, ottimi vini e una cucina variegata.
Il paesaggio presenta, grazie a valli immacolate, cime panoramiche e laghi pittoreschi.
Il Ticino è amato perché coniuga l’efficienza svizzera alla spontaneità italiana. È tranquillo e rigenerante: una terra variegata, racchiusa in una manciata di chilometri, dove perdersi e trovare serenità.
Innumerevoli le attività offerte dalla nostra regione, dotata di belle città, con castelli, monumenti e musei; panorami imperdibili, villaggi pittoreschi. Vi sono infinite possibilità di effettuare escursioni, alla scoperta di montagne, valli e cascate.
Ma è possibile anche semplicemente passeggiare tra alberi secolari e aiuole fiorite di parchi e giardini botanici in riva al lago.
Non da ultimo, meritano una visita i nostri grotti, dove gustare la cucina tipica e il vino ticinese.

La Chiesa Neo-Apostolica in Ticino
 

La Chiesa Neo-Apostolica in Ticino

Tecnicamente il Ticino fa parte della Svizzera, ma visto che ci troviamo in una zona di confine, in cui si parla italiano, e vista la collaborazione decennale con i distretti italiani, eccoci qui anche noi a descrivere il nostro bel distretto.
Attualmente abbiamo quattro comunità, tre delle quali situate nelle città principali, nonché una posta in una località di montagna in Italia, in prossimità del confine italo-svizzero.

Lugano-Breganzona
Locarno-Solduno
Bellinzona
Chiavenna

Le nostre comunità e la loro storia
 

Le nostre comunità e la loro storia

La comunità di Lugano-Breganzona

Lugano è la comunità più longeva, ha infatti festeggiato i suoi primi 100 anni nel 2019.
Nel 1919, la famiglia Hauri si trasferisce a Lugano, segnando così l’inizio della diffusione della Chiesa Neo-Apostolica a sud delle Alpi. Velocemente, la comunità cresce e, dai primi locali alla buona messi a disposizione dalla famiglia, la neonata comunità di Lugano si trasferisce più volte. Con l’andare del tempo, la presenza della Chiesa Neo-Apostolica in Ticino si fa sempre forte, di conseguenza viene progettata e costruita la prima chiesa, inaugurata nel 1968.
È in questa bella chiesa, che la comunità neo-apostolica di Lugano si riunisce regolarmente la domenica mattina e il mercoledì sera per i servizi divini.
La centenaria comunità di Lugano si presenta, nonostante l’età, ancora attiva e allegra, con un giovane conducente alla guida, diversi sacerdoti, vari diaconi, tante famiglie storiche e nuove leve.
 

La comunità di Locarno-Solduno

La seconda comunità per anzianità, anch’essa ha infatti festeggiato di recente i suoi 75 anni, è Locarno.
Nasce nel 1943, quando alcune famiglie di fede neo-apostolica, provenienti dalla Svizzera interna, vengono ad abitare a Locarno.
Le funzioni religiose si tengono dapprima in abitazioni e in seguito presso altri locali, fino a che, alla fine degli anni sessanta, l'allora apostolo di distretto Ernst Streckeisen dà l'incarico di cercare un terreno adeguato per la costruzione di una chiesa.
I lavori iniziano nel 1973 a Solduno e finalmente, dopo poco più di un anno, la comunità di Locarno può entrare nel nuovo edificio di culto, che da allora rappresenta il luogo di riunione per i fratelli locarnesi e i molti turisti che vi si recano la domenica e il giovedì sera, uniti gioiosi e zelanti, con un giovane conducente, sacerdoti, e vari membri.
 

La comunità di Bellinzona

La prima testimonianza di fede neo-apostolica a Bellinzona risale al lontano 1951, quando il suddiacono Walter Wenger, con sua moglie, si trasferisce dalla Svizzera interna nella capitale ticinese.
Nei primi anni ottanta la comunità, che contava oltre sessanta membri, riceve la chiesa, inaugurata dal’apostolo di distretto Richard Fehr nel 1983.
Nel 2010 si sono festeggiati i 50 anni dalla sua fondazione.
Attualmente la comunità conta due sacerdoti (di cui uno anche quale conducente), e si riunisce la domenica mattina e il giovedì sera.
 

La comunità di Chiavenna

Tra le nostre comunità, questa di montagna è la più piccola, formata da una famiglia. Costituita nei primi anni sessanta, appartiene al distretto Ticino dal 1986. I fedeli si riuniscono a domeniche alterne.

 

Il Distretto Ticino, ha avuto in passato altre due comunità, Chiasso e Biasca, situate nelle omonime cittadine, ma con il tempo la riduzione del numero dei membri ha portato alla loro chiusura. I fedeli di tali comunità fanno ora parte rispettivamente di Lugano e Bellinzona.

Una voce storica
 

Una voce storica

Parola all’apostolo a riposo Luigi Albert, pioniere, nonché memoria storica del distretto. Tuttora presenza costante e confortante tra le nostre file.
Ha festeggiato di recente i suoi novanta anni e ha collaborato attivamente all’edificazione di tutto ciò che ora è presente. In Ticino e in Italia.

 

Numerosi e buffi gli aneddoti da lui vissuti da giovane, lui li racconta ancora oggi con gli occhi brillanti e divertiti, partendo dalle sedie munite di gambe accorciate nei primi luoghi di culto a Lugano, modificate appositamente per le sorelle anziane della comunità, che provocavano l’ilarità sua e del fratello, quando i turisti ignari vi si sedevano, con reazioni spaventate, arrivando all’episodio del gorgonzola dimenticato sopra il calorifero, con ovvie conseguenze…

In lui è ancora vivo anche il racconto della prima volta in cui ha parlato dall’altare nel nome di Dio. Era un giovane ragazzo ed è stato chiamato a parlare, al termine di un servizio divino, e quella è stata la prima volta in cui è stata utilizzata la lingua italiana, e non aveva ancora alcun ministero.

I suoi incarichi ministeriali e i suoi compiti sono cresciuti costantemente e velocemente nel tempo. Tra le incombenze, provvedeva a scrivere le lettere pastorali, da inviare con l’ostia, per le anime in Italia. Si trattava dapprima di un esiguo gruppo di persone, che avevano conosciuto la fede neo-apostolica durante gli anni del loro lavoro in Svizzera e in Germania, rientrate in patria al momento del pensionamento. Quando questo gruppo di fratelli e sorelle ha raggiunto un numero considerevole e il lavoro iniziava ad essere imponente l’apostolo Albert, ha ricevuto la richiesta di lasciare il suo lavoro, in cui ricopriva una posizione di rilievo, per dedicarsi totalmente a lavorare per la Chiesa Neo Apostolica.
Anche per questa decisione, racconta di essersi messo nelle mani di Dio, e di aver accettato, senza rimpianti. Così nel suo nuovo incarico a tempo pieno, ha potuto visitare personalmente tutti i fedeli in Italia, così come gli era stato richiesto. Non ha mai perso occasione per fare buona testimonianza, spargendo ovunque semi preziosi.

Questo è stato un primo passo, grazie al quale è stata possibile la nascita delle comunità neo-apostoliche in Italia.

L’apostolo Albert ha spiegato il concetto del triangolo divino, che raccomanda di ricordare sempre: Ascoltare – meditare – reagire. Prima di esprimere ogni reazione, è bene farla passare tramite il “rene divino”, per essere sicuri di avere un comportamento gradito a Dio, in ogni occasione.
Per il nostro futuro, ci ricorda che il Signore è amore, il Signore perdona tutti, Il Signore vuole salvare tutta l’umanità.
Per questo ci esorta a rimanere fedeli, e a seguire il Vangelo e l’insegnamento degli apostoli fino alla fine, come dal voto di Confermazione. Fedeltà fino alla fine, questo è ciò che attende e spera per tutti noi. Per questo in tutti i suoi giorni ha pregato e prega affinché il ritorno di Gesù sia imminente, e che tutti noi vi potremo partecipare. Poiché beati e santi sono coloro che partecipano alla Prima Resurrezione.

Una voce per il futuro
 

Una voce per il futuro

Parola all’evangelista Christian Bersier, acquisto tanto recente quanto prezioso. Alla guida del nostro distretto con spirito giovane e al passo con i tempi, si è espresso riguardo al presente e al futuro del distretto Ticino.

Nella parabola delle due case (Luca 6,46-49; Matteo 7,21-29) il Signore dice: “Chiunque viene a me e ascolta le mie parole e le mette in pratica, io vi mostrerò a chi è simile. È simile a un uomo il quale, costruendo una casa, ha scavato e scavato profondamente e ha posto il fondamento sulla roccia”.
Nel corso degli ultimi dieci anni la parola del Signore ha perso di valore come le banconote perdono di valore con l’inflazione, soprattutto per quanto riguarda la partecipazione ai servizi divini.
La pandemia degli ultimi due anni, purtroppo è stata come un periodo di grande inflazione. Sono molto felice che in ogni comunità sono rimasti sorelle e fratelli fedeli, che hanno costruito la loro casa di fede sulla roccia, che fanno del loro meglio per ascoltare le parole del Signore e metterla in pratica. Inoltre mi dà molta speranza e piacere constatare che nelle ultime settimane a poco a poco nuovamente sta aumentando la presenza nelle nostre chiese del distretto del Ticino.
Questo mi dà la felice consapevolezza che siamo in tanti, ad aver sentito forte la chiamata del Signore.
Io sono grato e felice per tutti coloro che mettono in pratica la parola del Signore, e lavorano dell’Opera divina.
Abbiamo bisogno di tutti voi!

Le nostre comunità oggi
 

Le nostre comunità oggi

Le nostre comunità sono formate da fratelli e sorelle variegati per provenienza, età, interessi, anzianità nella fede neo-apostolica, e altro. Nonostante e grazie a queste diversità, sono tutti uniti gioiosi e ferventi nella fede, con tanta voglia di fare e collaborare.
Le nostre comunità sono belle, piene di amore, e di persone cordiali, tra le nostre file si respira convivialità e amore, i nostri rapporti sono contraddistinti da semplicità e allegria.
Gradiamo la compagnia reciproca, nella nostra cerchia ci si vuole molto bene, siamo una grande famiglia, esistono amicizie profonde, talune antiche e altre recenti, siamo soliti ritrovarci, anche in maniera informale, condividere il tempo, e fare attività assieme.
Anche semplicemente condividere il caffè a seguito dei servizi divini.
Anche il nostro distretto è unito e collabora a varie attività, complice anche la territorialità non troppo dispersiva.
Ci riuniamo per servizi divini speciali, quali Confermazioni, o altro,
Esiste il coro distrettuale, che ha offerto concerti indimenticabili, una o più volte all’anno sono previsti incontri ricreativi, per le comunità, per i bambini e per i giovani.
Noi fratelli e sorelle restiamo uniti, INSIEME IN CRISTO, zelanti nel perseguimento del nostro felice obiettivo comune. Dunque, come recitato nel voto di Confermazione, con il fermo proponimento di essere fedeli a Dio fino alla fine ci auguriamo fiduciosi di raggiungere la nostra meta, tenendoci per mano.

Comunità nel distretto

Bellinzona  

Distretto Ticino  

Via P. Tatti, 6500 Bellinzona
Svizzera

Servizi divini dom 9:30 , gio 20:15

Chiavenna  

Distretto Ticino  

Via Monte Tabor 1, 23022 Chiavenna SO
Italia

Servizi divini
Info: info@cnaitalia.org; +39 347 7160038

Locarno-Solduno  

Distretto Ticino  

Via G. Beltrami, 6604 Solduno
Svizzera

Servizi divini dom 9:30 , mer 20:15
Servizi divini in lingua italiana; la domenica possibilità di assistervi con traduzione simultanea in tedesco. / Gottesdienste in italienischer Sprache; am Sonntag mit Simultanübersetzung auf Deutsch.

Lugano-Breganzona  

Distretto Ticino  

Via Rovere, 6932 Breganzona
Svizzera

Servizi divini dom 9:30 , mer 20:15
Servizi divini in lingua italiana; la domenica possibilità di assistervi con traduzione simultanea in tedesco. / Gottesdienste in italienischer Sprache; am Sonntag mit Simultanübersetzung auf Deutsch. --- Gli ospiti in vacanza sono pregati di utilizzare il parcheggio contrassegnati in giallo e bianco nell'ampio parcheggio dall'altra parte della strada dietro la chiesa. / Feriengäste bitte die gelb und weiss markierten Parkplätze auf dem grossen Parkplatz auf der anderen Strassenseite hinter der Kirche benützen.